Drop Down MenusCSS Drop Down MenuPure CSS Dropdown Menu

Richiesta di preghiere

* * * * *

Per la Richiesta di Preghiere è possibile da oggi utilizzare il MODULO che si trova qui a sinistra.

Le intenzioni saranno oggetto della preghiera comunitaria durante l'incontro del
Gruppo di Preghiera Regina della Pace ogni Giovedì.

* * * * *

sabato 27 agosto 2016

Messaggio straordinario a Ivan del 26 agosto 2016 sul Podbrdo alle ore 22:00

Carissimi,  ecco quanto Ivan ha riferito circa l'apparizione da lui avuta stasera, venerdì 26 agosto 2016, sul Podbrdo alle ore 22:


Anche stasera, come dopo  ogni incontro con la Madonna, vorrei descrivere e avvicinare anche a voi ciò che è più importante dell'incontro di stasera.  Anche oggi la Madonna è venuta a noi gioiosa e felice e, all'inizio, ci ha salutato tutti con il Suo materno saluto:

"Sia lodato Gesù, cari figli miei!"

Poi ha steso le mani e ha pregato in particolare su noi qui presenti,  ha pregato particolarmente su di voi malati presenti. Poi la Madonna ha detto:

"Cari figli, anche oggi desidero invitarvi in modo particolare a vivere i miei messaggi. 

Cari figli, non  parlate dei miei messaggi, ma vivete i miei messaggi!

Siate anche voi il mio segno vivo, il segno della mia presenza qui, e irradiate gli altri con la vostra presenza.
Cari figli,  in questo tempo pregate di più, pregate insieme a me e per le mie intenzioni. 

Seguitemi, cari figli! Vivete i miei messaggi!

Non temete, io sono con voi e intercedo per tutti voi presso mio Figlio.

Grazie, cari figli, per aver anche oggi risposto alla mia chiamata ".

Poi la Madonna ci ha benedetto tutti con la sua benedizione materna,  e ha benedetto tutto quello che avete portato perchè venisse benedetto.  Poi io ho raccomandato tutti voi,  le vostre necessità,  le vostre intenzioni,  le vostre famiglie e in modo particolare i malati.
Poi per un periodo di tempo la Madonna ha continuato a pregare qui su tutti noi,  ed in questa preghiera se ne è andata nel segno della luce e della croce,  col saluto:    

"Andate in pace, cari figli miei".

giovedì 25 agosto 2016

Messaggio a Marija del 25 agosto 2016

"Cari figli! Oggi desidero condividere con voi la gioia celeste. Voi, figlioli, aprite la porta del cuore affinché nel vostro cuore possa crescere la speranza, la pace e l’amore che solo Dio dà. Figlioli, siete troppo attaccati alla terra e alle cose terrene, perciò Satana vi agita come il vento lo fa con le onde del mare. Perciò la catena della vostra vita sia la preghiera col cuore e l’adorazione a mio Figlio Gesù. A Lui offrite il vostro futuro per essere in Lui gioia ed esempio per gli altri con le vostre vite. Grazie per aver risposto alla mia chiamata.”

Apparizione straordinaria a Ivan domani sera ore 22 sul Podbrdo

Krizan ci ha appena comunicato che domani sera, venerdì 26 agosto 2016, Ivan avrà un’apparizione sul Podbrdo alle ore 22:00.

Omelia della santa Messa serale, Medjugorje, 24 agosto 2016

Dal Vangelo secondo Giovanni
In quel tempo, Filippo trovò Natanaèle e gli disse: «Abbiamo trovato colui del quale hanno scritto Mosè, nella Legge, e i Profeti: Gesù, il figlio di Giuseppe, di Nàzaret». Natanaèle gli disse: «Da Nàzaret può venire qualcosa di buono?». Filippo gli rispose: «Vieni e vedi».
Gesù intanto, visto Natanaèle che gli veniva incontro, disse di lui: «Ecco davvero un Israelita in cui non c'è falsità». Natanaèle gli domandò: «Come mi conosci?». Gli rispose Gesù: «Prima che Filippo ti chiamasse, io ti ho visto quando eri sotto l'albero di fichi». Gli replicò Natanaèle: «Rabbì, tu sei il Figlio di Dio, tu sei il re d'Israele!». Gli rispose Gesù: «Perché ti ho detto che ti avevo visto sotto l'albero di fichi, tu credi? Vedrai cose più grandi di queste!».
Poi gli disse: «In verità, in verità io vi dico: vedrete il cielo aperto e gli angeli di Dio salire e scendere sopra il Figlio dell'uomo».
Parola del Signore.

Cari fratelli e sorelle, la Chiesa oggi celebra san Bartolomeo apostolo e martire. Il suo nome è metà ebraico e metà greco e significa “figlio di Tolomeo”. Così lo chiamano gli evangelisti Matteo, Marco e Luca e anche gli Atti degli Apostoli. Invece l’evangelista Giovanni usa il nome Natanaele. Probabilmente si tratta della stessa persona, anche se non è completamente chiaro e i biblisti non sono concordi.
Bartolomeo dopo la Pentecoste è andato in missione ad Arimatea. Dicono che grazie alla sua fede cristiana e al re Polimio e sua moglie abbia conquistato 12 città. Ma questo non è piaciuto al fratello del re che lo ha fatto catturare, gli ha fatto togliere la pelle e poi decapitare.
Abbiamo sentito come è accaduto l’incontro tra Gesù e Natanaele. Filippo gli dice: “Abbiamo trovato Colui di cui scrivevano Mosè nella legge e i profeti: Gesù di Nazaret, figlio di Giuseppe”. Da questo si può vedere che sanno che si parla del Messia, anche se nessuno dei due usa questo termine. Evidentemente Natanaele era uno scriba.
Si può capire che era uno scriba anche dalla frase di Gesù che dice: “Ti ho visto prima che Filippo ti chiamasse, quando eri sotto l’albero di fichi”. I Rabbunì ritenevano l’albero di fichi l’albero della conoscenza.
Dopo che Filippo gli ha presentato Gesù Natanaele agisce con sfiducia. E’ addirittura cinico e dice: “Da Nazaret può venire qualcosa di buono?” Evidentemente si tratta di due luoghi che non si amavano tanto, perchè Natanaele viene da Cana di Galilea. Natanaele mostra il suo dubbio e la sua sfiducia verso le parole di Filippo. Le parole di Filippo non sono sufficienti; lui stesso deve provare questo, perchè è uno scriba.
E’ interessante il fatto che Filippo non entri in disputa con lui. Non cerca di dirgli nulla. Semplicemente gli dice: “Vieni a vedere”. Natanaele non è rimasto chiuso e arroccato sulla frase iniziale se da Nazaret può venire qualcosa di buono. Và e veramente vuole vedere Gesù. Lui si incontra di persona con Gesù. Questo incontro cambia tutta la vita di Natanaele.
In un incontro così semplice Gesù è riuscito a cambiare completamente la sua opinione e la sua vita.
Così capita anche nella nostra vita. Alcune volte viene cambiata da un incontro casuale.
Natanaele è stato poi presente ai miracoli di Gesù, alla Sua Passione, Morte e Resurrezione e nel giorno della Pentecoste ha ricevuto lo Spirito Santo.
Fratelli e sorelle, tanti di noi hanno un opinione degli altri in base a ciò che abbiamo sentito dire di loro, senza domandarci chi è colui che parla di qualcun altro. Questo è un problema degli uomini di oggi, cioè dare un’etichetta a qualcuno solamente sulla base di ciò che abbiamo sentito di lui. Questo non è un atteggiamento giusto.
Ho trovato una storia molto interessante.
Un medico è entrato in fretta in ospedale, perchè è stato chiamato per un intervento urgente. Si è cambiato in fretta.Appena entrato nel reparto di chirurgia ha trovato un uomo che andava avanti e indietro che gli ha gridato: “Ma perchè è arrivato solo adesso? Non ha nessuna coscienza? Mio figlio è in pericolo!”
Il medico ha risposto sorridendo: “Mi dispiace. Non ero in ospedale. Sono venuto il più veloce possibile quando mi hanno chiamato. Adesso vorrei che Lei si calmasse, perchè io possa fare il mio lavoro”. “Calmarsi? Ma se si trattasse di Suo figlio Lei sarebbe calmo? Se Suo figlio stesse per morire cosa farebbe Lei?” Il medico rispose con un sorriso: “Posso solamente dire quello che sta scritto nella Sacra Scrittura: ’Siamo creati dalla polvere e alla polvere torniamo. Sia benedetto il Nome del Signore’. I medici non possono allungare la vita. Adesso farò il possibile per Suo figlio”. Il padre ha risposto: “Sono bei consigli. Quando si tratta dei figli degli altri è facile essere intelligenti”.
L’intervento è durato alcune ore e dopo il medico è uscito da quella sala operatoria e ha detto: “Grazie a Dio Suo figlio è salvo”. E subito il medico se n’è andato.
Il padre del ragazzo ha chiesto all’infermiera: “Perchè se n’è andato subito? Se fossi stato il Presidente dello stato non si sarebbe comportato così!”
L’infermiera ha risposto con le lacrime agli occhi: “Il figlio del dottore è morto ieri in un incidente stradale. E’ venuto ad operare Suo figlio lasciando il funerale. Ora è tornato a congedarsi da suo figlio per l’ultima volta”.
Fratelli e sorelle, questa storia è triste. Purtroppo anche noi ci siamo trovati in situazioni simili di credere di sapere senza conoscere le situazioni reali degli altri. Spesso crediamo alle storie che sentiamo senza averle verificate. In realtà crediamo tanto alle chiacchiere e siamo sfiduciati e poco alla Parola scritta con la lettera maiuscola. Abbiamo troppo poca fiducia in Gesù Cristo Via, Verità e Vita.
In realtà noi non crediamo ancora che Lui è Dio vivente, Dio che è lì per me, Colui che mi conosce, che mi accetta così come sono. Mi ha conosciuto come ha conosciuto Natanaele, quando lo ha visto sotto l’albero di fichi.
Fratelli e sorelle, dobbiamo imparare da Natanaele. Dobbiamo imparare ad essere aperti e fiduciosi e allontanarci dalle opinioni degli altri.
Dobbiamo imparare anche da Natanaele a dare la vita per Gesù Cristo e per la fede. E’ stato maltrattato e martirizzato, mentre noi ci scoraggiamo anche per le piccole cose. Spesso cadiamo e ci chiediamo: “C’è Dio? A cosa serve questo? Dove stiamo andando?”
Fratelli e sorelle, questa sera chiediamo, per intercessione della Beata Vergine Maria, di avere nuovamente fiducia negli uomini, ma sopratutto in Dio.
Amen.

Fonte: IdM (registrazione audio di Flavio Deagostini – trascrizione A cura di Andrea Bianco )

lunedì 15 agosto 2016

Buona Festa dell’Assunta

 

 

zombomeme14082016204333

  «Vergine madre, figlia del tuo figlio,
umile e alta più che creatura,
termine fisso d'eterno consiglio,

    tu se' colei che l'umana natura
nobilitasti sì, che 'l suo fattore
non disdegnò di arsi sua fattura.

    Nel ventre tuo si raccese l'amore
per lo cui caldo ne l'eterna pace
così è germinato questo fiore.

    Qui se' a noi meridïana face
di caritate, e giuso, intra i mortali,
se' di speranza fontana vivace.

    Donna, se' tanto grande e tanto vali,
che qual vuol grazia ed a te non ricorre,
sua disïanza vuol volar sanz'ali.

    La tua benignità non pur soccorre
a chi domanda, ma molte fïate
liberamente al dimandar precorre.

    In te misericordia, in te pietate,
in te manificienza, in te s'aduna
quantunque in creatura è di bontate».

venerdì 12 agosto 2016

Apparizione straordinaria del 12 agosto 2016 a Ivan alla Croce Blu alle ore 22:00

Carissimi, ecco ciò che Ivan ha riferito circa l’apparizione da lui avuta stasera, venerdì 12 agosto 2016, alla croce blu alle ore 22:00:
«Anche stasera la Madonna è venuta a noi gioiosa e felice e, all’inizio, come sempre ci ha salutati tutti col suo materno saluto:

“Sia lodato Gesù, cari figli miei!”.


Poi per un periodo di tempo ha pregato con le mani distese qui su tutti noi. In seguito ha pregato in particolare qui su tutti voi malati presenti.

Poi ha detto:

“Cari figli, anche oggi vi invito alla perseveranza nella preghiera. Pregate, cari figli, in particolare per la perseveranza nella preghiera famigliare. Oggi prego insieme con voi per la famiglia. Desidero, cari figli, la santità nella famiglia, affinché ci siano più famiglie sante, che preghino e vivano le parole di mio Figlio e i messaggi che vi do. Grazie, cari figli, per aver anche oggi risposto alla mia chiamata”.


Poi la Madonna ci ha benedetti tutti con la sua benedizione materna, e ha benedetto tutto quello che avete portato perché venisse benedetto.
Ho raccomandato tutti voi, le vostre necessità, le vostre intenzioni, le vostra famiglie.
In particolare ho raccomandato voi malati e sacerdoti presenti.
Poi la Madonna ha continuato a pregare qui su tutti noi e in questa preghiera se n’è andata, nel segno della luce e della croce, col saluto:

“Andate in pace, cari figli miei!”»

giovedì 11 agosto 2016

Apparizione straordinaria a Ivan domani sera ore 22:00 alla Croce Blu

Krizan ci ha appena comunicato che domani sera, venerdì 12 agosto 2016, Ivan avrà un’apparizione alla Croce blu alle ore 22:00

13900c5e-ae01-4fd7-a1a1-4df9f93cf825

venerdì 5 agosto 2016

OGGI 5 AGOSTO COMPLEANNO DELLA MADONNA

fiori-mazzo

Cari amici, con grande gioia festeggiamo OGGI al compleanno della nostra cara Madre Regina della Pace. Lei stessa ci ha rivelato che la data esatta della sua nascita è il 5 Agosto e quest'anno celebriamo il 2032° anno.

"Il cinque agosto prossimo si celebri il secondo millennio della mia nascita. Per quel giorno Dio mi permette di donarvi grazie particolari e di dare al mondo una speciale benedizione. Vi chiedo di prepararvi intensamente con tre giorni da dedicare esclusivamente a me. In quei giorni non lavorate. Prendete la vostra corona del rosario e pregate. Digiunate a pane e acqua. Nel corso di tutti questi secoli mi sono dedicata completamente a voi: è troppo se adesso vi chiedo di dedicare almeno tre giorni a me?" (Messaggio del 1° agosto 1984)

Certo siamo chiamati, insieme a tutta la Chiesa, a festeggiare liturgicamente la natività di Maria ogni 8 settembre, ma in modo affettuoso vogliamo approfittare di questo dono che la Regina della Pace ci ha fatto nell'indicarci la data esatta del suo compleanno.

Ricordiamo infine che oggi ricorre anche la Memoria Liturgica della Madonna della Neve.